Credito d’imposta per gli immobili ad uso non abitativo e per gli affitti d’azienda – Agenzia delle entrate

Credito d’imposta per contratti di locazione degli immobili necessari allo svolgimento dell’attività economica

Obiettivo

Alleviare le conseguenze economiche derivanti dal calo di fatturato e dal periodo di forzata inattività determinato dall’emergenza pandemica Covid-19

    • Soggetti esercenti attività di impresa, arte o professione con ricavi o compensi nell’anno precedente non superiori a 5 milioni di euro (imprese, enti pubblici o privati, persone fisiche o associazioni, soggetti in regime forfettario, imprenditori ed imprese agricole)
    • le strutture alberghiere e agrituristiche (a prescindere dal volume di ricavi; sono inoltre comprese coloro che svolgono l’attività alberghiera o agrituristica in modo stagionale)
    • gli enti non commerciali (compresi gli enti del terzo settore e gli enti religiosi civilmente riconosciuti)
  • Contributi ai canoni di locazione, di leasing o di concessione di immobili ad uso non abitativo, connessi all’esercizio dell’attività industriale, commerciale, artigianale, agricola, di interesse turistico o all’esercizio abituale e professionale dell’attività di lavoro autonomo, nonché all’attività istituzionale (per gli immobili degli enti non commerciali)

  • La misura prevede un credito d’imposta del 60% sui canoni di locazione, leasing o concessione di immobili ad uso non abitativo (30% in caso di contratti di servizi a prestazioni complesse o di affitto d’azienda ), versati per i mesi di marzo, aprile e maggio 2020 (aprile, maggio, giugno per le strutture turistico ricettive con attività solo stagionale), a patto che nel periodo considerato vi sia stato un calo di fatturato o di corrispettivi di almeno il 50% rispetto ai corrispondenti mesi dell’anno precedente.

    Il credito può essere utilizzato solo dopo aver corrisposto il pagamento del canone di locazione, leasing o concessione di immobili ad uso non abitativo, nelle seguenti modalità

    • in compensazione
    • nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo di imposta di sostenimento di spesa; in tal caso il canone deve essere versato nel 2020 
    • come cessione del credito stesso ad istituti finanziari 

    NB 

    • Anche immobili destinati all’uso promiscuo per l’esercizio dell’arte o della professione rientrano nell’agevolazione (al 50% del canone di locazione), a patto che il contribuente non abbia, nel medesimo comune, un altro immobile destinato esclusivamente all’esercizio dell’arte o professione.  
    • La misura è valevole solo per i leasing operativi e non per quelli finanziari

    Scadenze

    La cessione del credito è esercitabile dal 18 maggio 2020 al 31 dicembre 2021

    La comunicazione può essere presentata dal 13 luglio 2020 al 31 dicembre 2021.


    Altri Bandi:    
    Bandi Europei

    Bandi Nazionali

    Bandi Regionali

    Altre notizie:
    Dall’Europa

    Dall’Italia

    Da Agemed

  • La comunicazione può essere presentata dal 13 luglio 2020 al 31 dicembre 2021

Inserisci i tuoi dati per richiedere informazioni

Accetto la privacy policy