European film distribution – Programma Europa Creativa – Sottoprogramma MEDIA – Commissione Europea

Fornire fondi ai distributori, in base alla loro performance sul mercato, per un ulteriore reinvestimento nell’acquisizione, promozione e distribuzione (anche online) di recenti film europei non nazionali.

Obiettivo

Incoraggiare e sostenere una più ampia distribuzione transnazionale di film europei recenti.

  • La misura si rivolge a network di sale che rappresentino almeno 400 cinema indipendenti dislocati in 20 diversi Paesi e partecipanti al sottoprogramma MEDIA, in possesso dei seguenti requisiti:

    1. 1. essere persone giuridiche (enti pubblici o privati)
    2. 2. avere sede in uno dei paesi ammissibili, ovvero:
    • Paesi partecipanti a Europa creativa:
    • Stati membri dell’UE (compresi paesi e territori d’oltremare (PTOM)
    • paesi extra UE:
    • paesi SEE elencati e paesi associati al Programma Europa Creativa (paesi associati) o paesi con cui sono in corso trattative per un accordo di associazione e in cui l’accordo entra in vigore prima della firma della sovvenzione 

     

    • avere sede in uno dei paesi partecipanti alla sezione MEDIA del Creative Europe Program ed essere di proprietà diretta o con partecipazione maggioritaria, di cittadini di tali paesi; per le società quotate in borsa, la sede della borsa sarà presa in considerazione per determinarne la nazionalità.

     

    • essere aziende europee attive nel settore audiovisivo come cinema/teatrale distributore coinvolto in attività commerciali volte a portare all’attenzione di un vasto pubblico un film a scopo di sfruttamento nelle sale cinematografiche. Questo deve essere l’attività principale della società o divisione della società.

     

    – Il distributore cinematografico/teatrale deve soddisfare i seguenti criteri:

    1. 1. essere titolare dei diritti di distribuzione nelle sale del film nel paese interessato;
    2. 2. effettuare la distribuzione nelle sale del film nel paese interessato (determinare la data di rilascio, pianificare, controllare ed eseguire la distribuzione e campagna promozionale);
    3. 3. pagare direttamente i relativi costi di distribuzione; e
    4. 4. essere registrati e svolgere attività di distribuzione teatrale nel paese interessato.

     

    Nel caso in cui le attività di distribuzione siano condivise tra più società, devono essere forniti i contratti/accordi tra queste società. L’azienda che sarà considerata conforme è quella che soddisfa tutti i criteri ed esegue effettivamente la distribuzione del film nel paese in linea con le condizioni di cui sopra. Se i compiti e/o le responsabilità sono così condivisi tra aziende diverse che è impossibile valutare un unico distributore per il film in un territorio, le domande non saranno ammissibili. Distributori che agiscono in diversi paesi collegati a fini di distribuzione (ad es. Belgio e Lussemburgo; Grecia e Cipro) dovrebbero inviare una sola proposta e dichiarare ammissioni e reinvestimento in questi diversi paesi.

     

    Casi specifici:

    • Persone fisiche — NON sono ammissibili le persone fisiche (ad eccezione dei lavoratori autonomi, ovvero le imprese individuali, dove la società non ha diritti legali personalità distinta da quella della persona fisica.
    • Organizzazioni internazionali — Sono ammissibili le organizzazioni internazionali. Le regole su paesi ammissibili non si applicano a loro.
    • Entità prive di personalità giuridica — Entità prive di personalità giuridica ai sensi del loro diritto nazionale possono partecipare in via eccezionale, a condizione che i loro rappresentanti hanno la capacità di assumere obblighi legali per loro conto e offrire garanzie per la tutela degli interessi finanziari dell’UE equivalente a quello offerto da persone giuridiche
    • Organi dell’UE — Gli organi dell’UE (ad eccezione del Centro di ricerche comuni della Commissione Europea) NON possono far parte del consorzio.
    • Associazioni e gruppi di interesse — Possono partecipare gli enti composti da membri come “beneficiari unici” o “beneficiari privi di personalità giuridica”
    • Paesi che stanno attualmente negoziando accordi di associazione — Beneficiari dei paesi con trattative in corso (vedi elenco sopra) possono partecipare al bando e possono firmare sovvenzioni se le trattative si concludono prima della firma della sovvenzione (con effetto, se previsto nel contratto).
  • Ci sono due fasi per le attività finanziate:

    1. 1. La generazione di un potenziale fondo, che sarà attribuito secondo l’art performance dell’azienda sul mercato europeo;
    2. 2. L’attuazione dell’azione – il potenziale fondo così generato da ciascuno la società deve essere reinvestita in:
    • la coproduzione di film europei non nazionali ammissibili;
    • l’acquisizione di diritti di distribuzione, ad esempio mediante minimo garanzie, di film europei non nazionali ammissibili;
    • la promozione, la commercializzazione e la pubblicità sul mercato di film europei non nazionali ammissibili.

     

    I film devono soddisfare i seguenti criteri di ammissibilità:

    • deve essere un’opera di finzione (anche di animazione) o documentaristica, con a durata minima 60 minuti;
    • deve avere il suo primo diritto d’autore stabilito al più presto nel 2015;
    • non deve consistere in contenuti alternativi (opere, concerti, spettacoli, ecc.), materiale pubblicitario, pornografico o razzista o difensore della violenza;
    • deve essere prodotto in maggioranza da uno o più produttori stabiliti nei paesi partecipanti alla sezione MEDIA. Un minimo del 50% del finanziamento del budget di produzione totale stimato deve provenire dai paesi partecipanti il filone MEDIA e le società di produzione devono essere accreditate come tali. Essere considerati come i produttori effettivi devono essere accreditate come società di produzione. Elementi come titoli di testa, diritti d’autore che appaiono nei titoli di coda, possono esserlo anche il controllo creativo, la proprietà dei diritti di sfruttamento e la quota dei profitti preso in considerazione per determinare chi è il produttore effettivo;
    • deve essere prodotto con la partecipazione significativa (come da crediti) di professionisti che sono cittadini/residenti dei paesi partecipanti al MEDIA;
    • I film europei saranno considerati “nazionali” nel paese che partecipa alla Sezione MEDIA i cui cittadini/residenti hanno partecipato maggiormente in proporzione nella realizzazione del film. Questo paese è considerato il paese di origine del film ai fini dell’azione. Saranno considerati “non nazionali” al di fuori del paese di origine.

     

    Idoneità al pagamento dei biglietti d’ingresso

    Il fondo potenziale è proporzionale al numero di biglietti d’ingresso paganti venduti per i film europei non nazionali nei paesi partecipanti alla sezione MEDIA, con un tetto ammissibile fisso per film e appropriato per ciascun paese.

     

    Per essere ammessi, le ammissioni devono soddisfare i seguenti criteri:

    • deve essere ottenuto tra il 1 gennaio 2018 e il 31 dicembre 2021;
    • all’espositore di riferimento è stato effettivamente corrisposto un normale prezzo del biglietto (comprensivo di eventuali offerte speciali o sconti) ma escludendo esplicitamente quegli ingressi dove n l’imposta è stata pagata;
    • devono essere chiaramente identificabili e certificati dall’autorità nazionale designato dagli Stati membri;
    • devono essere dichiarati da idonei distributori nel paese;
    • I film devono essere film europei non nazionali ammissibili nel paese di distribuzione;
    • il film deve avere il suo primo copyright stabilito:
    • al più presto nel 2015 per le ammissioni ottenute dal 1 gennaio al 31 dicembre 2018
    • al più presto nel 2016 per le ammissioni conseguite tra il 1 gennaio e il 31 dicembre 2019
    • al più presto nel 2017 per le ammissioni conseguite tra il 1 gennaio e il 31 Dicembre 2020
    • al più presto nel 2018 per le ammissioni conseguite tra il 1 gennaio e il 31 Dicembre 2021

    Proiezioni di gruppo o di club in cui non viene riscosso il prezzo del biglietto individuale o dove il prezzo è di gran lunga inferiore al normale prezzo del biglietto, non saranno ammissibili.

    • Tutte le ammissioni devono essere certificate dall’autorità nazionale designata. Le ammissioni tramite biglietto elettronico possono essere incluse, a condizione che siano certificate allo stesso modo delle ammissioni teatrali. È responsabilità del distributore avere le ammissioni certificate entro la data di presentazione e in assenza di certificazione, non saranno ammissibili.

     

    Spese ammissibili

    Sono considerate ammissibili le seguenti voci di costo

    • Costi del personale (Costo unitario proprietario PMI/persona fisica)
    • Costo unitario di viaggio e soggiorno
    • Costi delle attrezzature: ammortamento

     

    • Altre categorie di costo:
    • costi indiretti: 7% dei costi diretti ammissibili (categorie A-D, eccetto costi volontari, se presenti)
    • IVA: l’IVA non detraibile è ammissibile (ma occorre tenere presente che dal 2013 l’IVA pagata dai beneficiari che siano enti pubblici che agiscono in qualità di autorità pubblica NON è idonea)
    • divers:
      • i contributi in natura gratuiti sono consentiti, ma a costo zero, ovvero non possono essere dichiarati come costi
  • È previsto un finanziamento che copre fino al 70% delle spese ammissibili, con un massimale di 1 milione a progetto.

    Scadenza

    Le domande dovranno essere inoltrate entro le ore 17 del 5 Aprile 2022.

  • Le domande dovranno essere inoltrate entro le ore 17 del 5 Aprile 2022.

Inserisci i tuoi dati per richiedere informazioni

Accetto la privacy policy