Innovative tools & business models – Programma Europa Creativa – Sottoprogramma MEDIA – Commissione Europea

Sostenere progetti incentrati sulle sfide specifiche del settore audiovisivo come la rilevabilità, la sequenza delle finestre di rilascio, finanziamento e territorialità al fine di abilitare offerte forti e visibili dei lavori europei online e oltre confine a un vasto pubblico.

Obiettivo

Rafforzare la competitività, scalabilità e sostenibilità degli attori europei, nonché migliorare la visibilità e la disponibilità delle opere europee e aumentare il pubblico nell’ambiente digitale.

  • La misura si rivolge a persone giuridiche, pubbliche e private, attive nei settori culturali e creativi con sede in uno dei paesi ammissibili, ovvero:

    • Paesi partecipanti a Europa creativa:
    • Stati membri dell’UE (compresi paesi e territori d’oltremare (PTOM)
    • paesi extra UE:
    • paesi SEE elencati e paesi associati al Programma Europa Creativa (paesi associati) o paesi con cui sono in corso trattative per un accordo di associazione e in cui l’accordo entra in vigore prima della firma della sovvenzione 

     

    Che inoltre presentino le seguenti caratteristiche

    • Avere sede in uno dei paesi partecipanti alla sezione MEDIA del Programma Europa Creativa ed essere di proprietà diretta o presentare una partecipazione maggioritaria di cittadini di tali paesi; per le società quotate in borsa, la sede della borsa sarà presa in considerazione per determinarne la nazionalità. 

     

    Altre entità possono partecipare ad altri ruoli consortili, come partner associati, subappaltatori, terzi che forniscono contributi in natura, etc.

     

    Casi specifici

    • Persone fisiche — NON sono ammissibili le persone fisiche (ad eccezione dei lavoratori autonomi, ovvero le imprese individuali, dove la società non ha diritti legali personalità distinta da quella della persona fisica.
    • Organizzazioni internazionali — Sono ammissibili le organizzazioni internazionali. Le regole su paesi ammissibili non si applicano a loro.
    • Entità prive di personalità giuridica — Entità prive di personalità giuridica ai sensi del loro diritto nazionale possono partecipare in via eccezionale, a condizione che i loro rappresentanti hanno la capacità di assumere obblighi legali per loro conto e offrire garanzie per la tutela degli interessi finanziari dell’UE equivalente a quello offerto da persone giuridiche
    • Associazioni e gruppi di interesse — Possono partecipare gli enti composti da membri come “beneficiari unici” o “beneficiari privi di personalità giuridica”
    • Creative Europe Desks (CED) – Le organizzazioni ospitanti dei Creative Europe Desks sono eleggibili come coordinatore o beneficiario nei bandi aperti, se hanno procedure per isolare la gestione del progetto e le funzioni di fornitura di informazioni e se sono in grado di dimostrare la separazione dei costi (cioè che le loro sovvenzioni per i progetti non vanno a coprire eventuali costi coperti dalla loro altra sovvenzione). Ciò richiede quanto segue:

     

    • utilizzo della contabilità analitica che consente una gestione della contabilità dei costi con chiavi di allocazione dei costi e codici di contabilità analitica E applicazione di questi chiavi e codici per identificare e separare i costi (cioè per imputarli ad una delle due sovvenzioni)
    • registrazione di tutti i costi reali sostenuti per le attività coperte dalle due sovvenzioni (compresi i costi indiretti)
    • ripartizione dei costi in un modo che porti a una valutazione equa, oggettiva e realistica del risultato.

     

    • Paesi che stanno attualmente negoziando accordi di associazione — Beneficiari dei paesi con trattative in corso (vedi elenco sopra) possono partecipare al bando e possono firmare sovvenzioni se le trattative si concludono prima della firma della sovvenzione (con effetto, se previsto nel contratto).
  • Interventi ammissibili

    Sono considerati ammissibili gli interventi finalizzati a favorire lo sviluppo e/o la diffusione di strumenti innovativi e modelli di business per migliorare la visibilità, la disponibilità, il pubblico e la diversità delle opere europee nell’era digitale e/o la competitività dell’Europa industria audiovisiva. I progetti possono riguardare in particolare:

    • Strumenti di sottotitolazione o di accessibilità/rilevabilità/raccomandazione da utilizzare ampiamente attraverso i confini e le piattaforme al fine di migliorare la visibilità, la disponibilità e il potenziale di ascolto delle opere audiovisive europee;
    • Strumenti aziendali che migliorano l’efficienza e la trasparenza dell’audiovisivo mercati: sistema automatizzato di gestione dei diritti, tecnologia per la raccolta e l’analisi dei dati;
    • Modelli di business che cercano di ottimizzare le sinergie e le complementarità tra le piattaforme di distribuzione (festival, cinema, VOD…);
    • Strumenti aziendali che esplorano nuove modalità di produzione, finanziamento, distribuzione o promozione abilitata o potenziata da nuove tecnologie (AI, big data, blockchain, ecc.).

    La trasparenza gioca un ruolo chiave nell’azione. Pertanto, le applicazioni devono contenere piani per la divulgazione degli input e dei risultati dell’azione. Particolare attenzione dovrebbe essere dedicata alla comunicazione dei risultati alle autorità pubbliche, agli Stati membri e l’industria audiovisiva.

     

    Spese ammissibili

    Sono considerate ammissibili le seguenti voci di costo

    • Costi del personale (Costo unitario proprietario PMI/persona fisica)
    • Costo unitario di viaggio e soggiorno
    • Costi delle attrezzature: ammortamento
    • costi indiretti: 7% dei costi diretti ammissibili (categorie A-D, eccetto costi volontari, se presenti)
    • IVA: l’IVA non detraibile è ammissibile (ma occorre tenere presente che dal 2013 l’IVA pagata dai beneficiari che siano enti pubblici che agiscono in qualità di autorità pubblica NON è idonea)
    • divers:
    • i contributi in natura gratuiti sono consentiti, ma a costo zero, ovvero non possono essere dichiarati come costi
    • kick off meeting: i costi per l’incontro iniziale organizzato dal granting sono ammissibili (spese di viaggio per un massimo di 2 persone, biglietto di andata e ritorno per Bruxelles e alloggio per una notte) solo se l’incontro ha luogo dopo la data di inizio del progetto stabilita nella convenzione di sovvenzione; la data d’inizio può essere modificata tramite un emendamento, se necessario.
  • La sovvenzione sarà basata sul budget (costi effettivi, con costi unitari ed elementi forfettari). Ciò significa che rimborserà SOLO alcuni tipi di costi (costi ammissibili) e costi che sono stati effettivamente sostenuti per il tuo progetto (NON i costi preventivati). I costi saranno rimborsati al tasso di finanziamento fissato nella convenzione di sovvenzione, fino al 60% del totale sostenuto.

    Scadenza

    Le domande dovranno essere presentate entro le ore 17 del 7 Aprile 2022.

  • Le domande dovranno essere presentate entro le ore 17 del 7 Aprile 2022.

Inserisci i tuoi dati per richiedere informazioni

Accetto la privacy policy