Contratti di sviluppo: in Gazzetta le modifiche alla misura

Pubblicato in Gazzetta ufficiale il decreto MISE 13 Novembre 2020, contenente nuove disposizioni in merito alla disciplina dei contratti di sviluppo, degli accordi di sviluppo e degli accordi di programma. 

Nel dettaglio, verranno applicate le seguenti modifiche:

  • Soppressione dei termini minimi entro cui iniziare i lavori (prima era entro 6 mesi dalla concessione delle agevolazioni);
  • Proroga dei termini per la conclusione dei lavori, che adesso viene estesa a 18 mesi (prima erano 12);
  • Proroga dei termini per la presentazione della documentazione edilizia, adesso di 12 mesi (prima era 90 giorni);
  • Prima erogazione nel limite del 40% (prima era del 30%);
  • Per i programmi di sviluppo che interessano più Regioni, è fatta salva la possibilità per il Ministero di procedere alla sottoscrizione di un accordo di programma anche nel caso di mancata partecipazione di una Regione al cofinanziamento qualora il programma di sviluppo rivesta particolare rilevanza per la competitività del Paese;
  • Nel caso in cui sia stato sottoscritto un Accordo di Programma, si intende verificata la compatibilità del piano progettuale proposto con i programmi di sviluppo locale delle Regioni e delle Province autonome interessate, nonché, per i progetti di investimento nel settore della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli la compatibilità con i requisiti ambientali previsti dai programmi di sviluppo rurale delle Regioni e delle Province autonome interessate e l’Agenzia non procede all’invio della comunicazione.

Scopri di più (https://agemed.eu/bando/contratto-di-sviluppo-per-grandi-investimenti-invitalia/)