Il DL Agosto è legge: dalla Camera ok alla conversione del testo

Lavoro

~ Proroga della CIG per 9 settimane più un massimo di ulteriori 9 settimane (dal 13 Luglio 2020 al 31 Dicembre 2020); per i datori che usufruiscono delle ulteriori settimane, si rende necessario versare un contributo addizionale (9% per coloro i quali hanno subito una riduzione del fatturato, confrontando primo semestre del 2019 con il corrispettivo periodo del 2020, fino al 20%; 18% per quelli che non hanno subito riduzioni o che non hanno presentato l’autocertificazione); il contributo non sarà dovuto nel caso di riduzione del fatturato superiore al 20% e nei casi di imprese che hanno avviato l’attività di impresa successivamente al primo gennaio 2019

~ Proroga del blocco dei licenziamenti (solo per chi sta usufruendo della CIG)

~ Esonero, per un periodo di quattro mesi, dal versamento dei contributi previdenziali per le aziende (ad eccezione di quelle agricole) che non richiedono trattamenti di Cassa integrazione, fruibili entro il 31 dicembre 2020, con esclusione dei premi e contributi dovuti all’INAIL

~ Decontribuzione al 100% (per 6 mesi e con esclusione dei premi e contributi dovuti all’INAIL) in caso di nuove assunzioni o stabilizzazioni nei limiti di 8.060 euro annui, 

~ Fino al 31 Dicembre 2020, un’indennità per i lavoratori impiegati nell’area di crisi della Campania che abbiano terminato il periodo di mobilità ordinaria tra gennaio 2015 e dicembre 2016

~ Fino al 31 dicembre 2020, un’indennità pari al trattamento di mobilità in deroga ai lavoratori delle aree di crisi industriale complessa della regione Sicilia che cessino di percepire l’indennità NASpl

Contratti a termine

~ Proroga dei bonus 600 per ciascuno dei mesi di giugno e luglio 2020 a favore dei lavoratori marittimi e dei lavoratori del comparto sport (con rapporti di collaborazione presso il Comitato Olimpico Nazionale, il Comitato Italiano Paralimpico, le federazioni sportive nazionali, le discipline sportive associate, gli enti di promozione sportiva, riconosciuti dal CONI e dal CIP, le società e associazioni sportive dilettantistiche)

~ Bonus 1.000 euro per gli stagionali del turismo, degli stabilimenti termali e dello spettacolo

~ Bonus 1.000 euro per lavoratori dipendenti e autonomi, tra cui:
– stagionali appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali
– lavoratori intermittenti
– lavoratori autonomi, privi di partita IVA, non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie
– incaricati alle vendite a domicilio

~ Bonus 1.000 euro per gli iscritti al Fondo Pensioni lavoratori dello spettacolo

~ Bonus 1.000 euro per i professionisti iscritti agli enti di diritto privato di previdenza obbligatoria